Giovedì, 12 Dicembre 2019

Autismo

Nel mese di Ottobre u.s. ho visitato il piccolo paziente (di cui riporto solo le iniziali) L.L. di 5 anni, affetto da autismo con gastroenterite (autistica).

Allego il carteggio, con la mamma, di questo periodo in modo che sia chiara l’evoluzione.

 

Gent. Dott. Zaccagna

 

sono venuta nel suo studio sabato mattina (10 ottobre 2015 n.d.A.) per mio figlio, 5 anni, gruppo B RH POSITIVO, con enterocolite autistica, mi ha  prescritto: Citozym e Propulzym stik.

 

Si potrebbe mettere il Propulzim in poca acqua, prenderne 1/3, aggiungere Cytozim, e darlo come sciroppo con siringa dosatrice e far bere subito dopo un bicchiere d'acqua?

 

A scuola sono stati abbastanza disponibili per la nuova dieta, ed anche il bambino per ora collabora, abbiamo provato frittatina solo albume con spinaci  e introdotto pasta "bianca" di solo riso con broccoli... è andata bene...

 

La ringrazio e porgo distinti saluti

 

Ho risposto: certamente purchè lo assuma tutti i giorni; son contento della disponibilità degli operatori che è utilissima per migliorare la situazione.

 

Il 15 Gennaio 2016 la mamma mi scriveva:

 

Gent. Dottore,

 

sono la mamma di L. 5 anni. Da ottobre seguiamo rigorosamente la Sua dieta per i gruppo B positivo con assunzione di Citozym e Propulzym e continuiamo anche la Cease (detox per vaccini); il bimbo è migliorato ancora, con costanti miglioramenti sulla pronuncia delle parole, ha tanta voglia di parlare, di giocare, mangia con appetito pasta di riso integrale, carne di tacchino, una volta a settimana carne vitello,  zucchine, spinaci, carote, piselli, broccoli, cavoli, passato di verdure con pasta di riso, riso con verdure, frutta, frittatine solo albume con curcuma o zafferano + zucchine, carote, patate, noci.
crema nocciola o mandorle con galletta di miglio (colazione)+ kiwi
merenda galletta di riso integrale con crema nocciola o mandorla o noci + banana a merenda.
Diminuita l'agitazione prima della cacca, diminuiti i clisterini, non ha così spesso bisogno di aiuto. Migliorato il cognitivo fa le attività a scuola. Dobbiamo lavorare sul miglioramento del linguaggio e socializzazione (anche se ora a casa parla molto e se si trova in ambiente familiare parla molto di piu' e interagisce, poiché si lascia andare e si "butta" a parlare per farsi capire essendo sicuro che gli altri non lo lasciano perdere ma continuano a giocare con lui.

 

Ora però che sembrava tutto avviato e in miglioramento costante, è arrivato l'esito del mineralogramma, fatto in un laboratorio statunitense, tramite il Dott. Alessandria (collega del Dottor Balzola) da cui risulta fortemente intossicato (indice di tossicità complessiva quasi 100° percentile).

 

Il Gastroenterologo Dott. Alessandria dice che è un quadro anomalo anche per un bimbo con autismo e che ha una deficienza importante nell' eliminazione dei metalli tossici e che bisognerebbe fare la chelazione. 

 

Ora sono molto combattuta poichè so che bisogna togliere questi metalli e che lui continuerà ad accumularne, ma non pensavo ci fosse una situazione così grave. 
Ho chiesto al Dottor Alessandria di parlare con la D. Nannei (Cease).
Secondo Lei questa situazione richiede un'urgenza nell' eseguire la chelazione ora sospendendo la Cease? io tenderei ad optare per la chelazione... cosa ne pensa?
La ringrazio e porgo distinti saluti

 


Risposta:

 

Cara Signora Lidia, sono veramente contento di quanto mi riferisce; continuiamo pure su questa strada con le medesime modalità; tenga presente che il Citozym rientra nella categoria delle sostanze " chelanti" non tanto per un'azione chimica diretta quanto perchè, trattandosi di enzimi, riesce ad eliminare ogni elemento che impedisca la reazione ottimale sul substrato energetico. Certo una classica terapia chelante non sarebbe controindicata, ma il mio pensiero è questo: se stiamo assistendo ad un miglioramento generale in questi ultimi tempi( relativamente brevi) ciò vuol dire che il bambino si sta liberando fisiologicamente di metaboliti tossici o comunque responsabili in certa misura; per cui si tranquillizzi e continui su questa linea. Non vorrei infatti che l'aggiunta di sostanze chimiche possa sortire effetti negativi. Le passo alcune informazioni che è bene che lei valuti personalmente: 

 

Gli agenti chelanti sono una serie di composti chimici in grado di legare un metallo chelandolo. I composti chelanti più comunemente usati in medicina sono:

 

 Acido etilendiamminotetracetico (EDTA), Dimercaptopropanolo (dimercaprolo), Penicillamina, Deferoxamina mesilato (deferoxamina), Acido dimercaptosuccinico (DMSA), Trientina, Deferiprone

 

 Quando il metallo pesante o le altre tossine rimosse dall'agente chelante sono quantitativamente superiori a quanto il corpo è in grado di espellere, le tossine non fuoriuscite possono inondare il tessuto connettivo (ove risiedono i nervi) con un alto effetto di dannosità dei metalli, che erano precedentemente situati in posti nascosti e meno pericolosi. Questo processo di re-intossicazione può essere facilmente evitato con l'assunzione contemporanea di un agente chelante che possa assorbire le tossine nel tratto intestinale. Se però non si assume il secondo agente - come la zeolite o la chlorella - la maggior parte delle neurotossine finiscono per essere riassorbite lungo la strada verso l'intestino tenue dalle terminazioni nervose del sistema nervoso enterico.

 

Questa terapia ha dei rischi e degli effetti collaterali noti e non sottovalutabili. Le sostanze impiegate a questo scopo si legano ai metalli per permettere la loro eliminazione dal corpo, ma nello stesso tempo favoriscono l’eliminazione di altre sostanze molto importanti per il corretto funzionamento delle nostre funzioni, per esempio gli elettroliti (come il sodio, il calcio o il potassio), la cui carenza espone a gravissime conseguenze, soprattutto di tipo cardiovascolare.

 

Come vede esiste un certo rischio; sarei peraltro più favorevole ad utilizzare sostanze naturali ad azione antiossidante, del tipo: acidi grassi poliinsaturi ( olio di vinacciolo, di girasole spremuto a freddo), per condire minestre e pietanze, succhi di frutta e di verdura  ( possibilmente senza pesticidi) come per esempio gli stik di Kyani ( lo cerchi su internet).

 

Sono sicuro che il suo amore sia la terapia più efficace e che sicuramente ...funzionerà!

Le Iene e i bufalari

Video Le Iene Il grande business delle bufale online, come funziona
e quanto ci guadagnano


Sequestrato BUTAC


Ringraziamo le ns. Forze dell'Ordine e la Magistratura per il lavoro svolto che ha portato al sequestro del sito "Bufale un tanto al chilo fondato da Michelangelo Coltelli" che per anni ha diffamato le ricerche Universitarie e Pubblicazioni di CITOZEATEC.

LINK ALLE RICERCHE

 

http://www.citozeatec.it/studi-cit…/2017-02-14-14-22-57.html


Cosa dicono del Dr. Zaccagna